Daniel Hackett è il nuovo testimonial dello IOPRA

01/06/2011

Lo slogan della nuova campagna dello Iopra che vede protagonista il cestista biancorosso recita: “Battere il dolore allunga la vita”.

PESARO – Mercoledì 1° giugno, alle 19, presso il ristorante Makako, in viale Trieste, Bruna Pazzaglia Ferri, Presidente Iopra, ha presentato il giocatore di basket della Scavolini Siviglia Daniel Hackett, nella veste di nuovo testimonial dello IOPRA, l’Istituto Oncologico Pesarese “Raffaele Antoniello” che da oltre 20 anni offre gratuitamente assistenza domiciliare agli ammalati di tumore. Da campione di basket in campo a campione di solidarietà nella vita, Daniel Hackett ha accettato di aiutare la Iopra ed ha affermato: “E’ stata una richiesta che mi ha onorato. Conosco quest’associazione da tempo: quello che fa, curare i malati a casa loro, è un’idea molto generosa.

Sono fiero di prestare la mia immagine, soprattutto se penso che il primo a farlo è stato Walter Magnifico”. Lo slogan della nuova campagna dello Iopra che vede protagonista il cestista biancorosso recita: “Battere il dolore allunga la vita”. Infatti cercare di combattere il dolore, la battaglia per l’allungamento della vita, sono questi alcuni obiettivi che l’istituto persegue: “Abbiamo davanti un’attesa di vita che può essere più o meno lunga, aggiungere alla pena di un malato un periodo di recupero della normalità, pensiamo sia una battaglia vinta, una battaglia che merita di essere combattuta”, sono state queste le parole di Gianfranco Mariotti, consigliere Iopra.

Dunque a sostegno dell’Associazione ecco Daniel Hachett, un giovane, un campione, un atleta che vince le sue battaglie sul parquet, come Iopra vince la battaglia finalizzata all’eliminazione del dolore. Al termine della conferenza Daniel ha salutato tutti dando appuntamento alla prossima stagione: “Devo rassicurare i tifosi che tornerò qui? Ma certo, non vedo il motivo per cui dovrei andarmene da un posto dove ho ritrovato la mia dimensione, sia in campo che fuori. Meglio stare dove splende il sole. Il mio programma prevede un lavoro concordato col preparatore Venerandi anche in chiave azzurra, perché quando tornerò dagli States, i primi di luglio, spero di avere la bella notizia di una chiamata in Nazionale.

Per quanto riguarda i programmi futuri, conto di riparlarne col presidente Del Moro. Ma so che c’è già chi sta lavorando in maniera intensa per costruire la squadra. Sarei falso se dicessi che ci manca poco per arrivare al top, ma prima o poi gli equilibri del campionato cambieranno e noi dobbiamo essere pronti”.

Rosalba Angiuli

Fonte: http://rosalbaangiuli.myblog.it/2011/06/04/daniel-hackett-e-il-nuovo-testimonial-dello-iopra/